loader image

Bone tissue engineering for space fea topical team

Bone Tissue Engineering in Space a microgravitational understanding of the “scaffolds-cells-signals” paradigm for a more realistic investigation on the degenerative mechanism, regenerative expectations, and potential devices

 

Il Topical Team “Bone Tissue Engineering in Space: a microgravitational understanding of the “scaffolds-cells-signals” paradigm for a more realistic investigation on the degenerative mechanism, regenerative expectations, and potential devices”, promosso dall’Agenzia Spaziale Europea, e coordinato dalla Fondazione E. Amaldi, insieme ai partner internazionali, Istituto Ortopedico Rizzoli, Politecnico di Torino, Kayser Italia srl, King’s College London (Faculty of Dentistry, Oral & Craniofacial Sciences), University of Basel, Universitat Politècnica de Catalunya (Department of Materials Science and Engineering), and Dalle Molle Institute for Artificial Intelligence intende esplorare un settore di ricerca di estremo ed attuale interesse per dare un reale contributo alla programmazione di missioni spaziali di lungo periodo.

È ormai noto l’effetto avverso della microgravità sui sistemi fisiologici, ma i meccanismi attivati e le possibili contromisure da adottare costituiscono un tema ancora non del tutto chiarito. In quest’ottica, il Topical Team concentra la sua attenzione sul tessuto osseo con l’obiettivo di valutare il potenziale rigenerativo di soluzioni innovative derivate dall’ingegneria dei tessuti per definire un approccio terapeutico specifico per l’ambiente spaziale.

A partire dai risultati ad oggi disponibili, ulteriormente elaborati ed integrati, si vuole promuovere un’azione che possa fornire i necessari elementi per sviluppare dispostivi e metodi per la rigenerazione ossea secondo un approccio multidisciplinare, grazie alle competenze di enti di ricerca e soggetti industriali europei, verso la prossima generazione di protocolli sperimentali in reali condizioni di microgravità.

 

Maggiori informazioni sui workshop, le riunioni e i risultati saranno presto disponibili online.